Dalle start up risposte a Industria 4.0

0
452

(ANSA) – ROMA, 05 LUG – Le start up italiane preparano le risposte all’Industria 4.0 e tra i settori in prima linea, c’è quello energetico, che grazie all’applicazione dell’intelligenza artificiale e dell’Internet of things, può ridurre le emissioni e garantire risparmi in bolletta. Una rivoluzione che contagia un po’ tutti gli aspetti della vita, dalla casa alla mobilità sostenibile, tant’è che Edison ha pensato a un concorso rivolto alle idee più innovative nelle categorie Energia, Smart Home, Consumer e Ricostruzione post Sisma, che prevede un finanziamento di 50.000 euro per i vincitori, un programma di incubazione di un mese e una campagna di comunicazione.

Sul fronte delle energie rinnovabili, Elemize, start up romana fondata da quattro trentenni, propone un dispositivo intelligente in grado di gestire e migliorare le prestazioni delle batterie d’accumulo collegate ai pannelli fotovoltaici. Una soluzione che si rivolge ai cosiddetti prosumer, ovvero il consumatore che è a sua volta produttore di energia, e può adattarsi alle abitudini energetiche di un’abitazione o di una fabbrica. “Grazie ad un dispositivo Iot possiamo prevedere il consumo, la produzione e i prezzi dell’energia per il singolo utente in tempo reale, riuscendo così a stabilire quando conviene caricare o scaricare la batteria”, spiega uno dei fondatori di Elemize, Luigi Fierimonte, che si è aggiudicato il primo premio di Edison nella sua categoria.

Tra le menzioni speciali, c’è Enerbrain, che propone una soluzione per rendere gli edifici intelligenti, sostenibili e confortevoli, abbattendo le emissioni del 30% e garantendo il confort ambientale grazie a centraline e sensori Iot connessi ad algoritmi che consentono di regolare gli impianti di climatizzazione. C’è poi Supercritical Energy che fornisce una risposta alla gestione dei rifiuti pericolosi, attraverso una tecnologia sostenibile in gardo di annullare le emissioni di diossine e altre sostanze nocive. La dimensione contenuta degli impianti consente di collocarli all’interno di industrie manifatturiere, chimiche, conciarie, ospedaliere. (ANSA).

Sorgente: Dalle start up risposte a Industria 4.0 – News – ANSA.it