Si è tenuto lo scorso Venerdi 16 giugno alle ore 16,00 – dopo l’assemblea delle imprese associate all’Unione Industriale del Verbano Cusio Ossola – il convegno riservato agli imprenditori del territorio ma anche a tutti i soggetti attivi interessati ad un confronto tematico su possibili modelli di sviluppo nei territori con caratteristiche omogenee. Si è trattato del primo incontro aperto per affrontare in ottica di evoluzione tecnologica quello che si sta diffondendo a livello mondiale come Industry 4.0, la nuova rivoluzione industriale delle grandi connessioni, dei big data, della robotica e della fabbrica intelligente solo per citare alcuni aspetti.

Dopo i l saluto di benvenuto del presidente dell’Unione Industriale VCO Umberto Locatelli, si sono  succeduti Federico Giudiceandrea (Presidente Assoimprenditori Alto Adige e Fondatore Microtec s.r.l. GmbH), per illustrare il modello di sviluppo attuato in Alto Adige per unire in sinergia i soggetti attivi del territorio, pubblici e privati, con l’obiettivo di sostenere il mondo del lavoro e rendere attrattivo il territorio con un sistema di innovazione tecnologica. Ha fatto seguito la relazione del Prof. Massimo Bergamasco (Direttore Istituto di Tecnologie della Scuola Universitaria S.Anna di Pisa) sulla robotica avanzata, applicabile con un processo di evoluzione mirata per veicolare anche l’impresa tradizionale verso un modello di fabbrica intelligente più  evoluta.

  

Supportare le imprese del territorio con un modello innovativo di sviluppo è la nuova mission dell’Unione Industriale del VCO che, con la presentazione del progetto di innovazione denominato con l’acronimo EVO-VCO, intende promuovere ricerca, sviluppo e occupazione attraverso un processo di Evoluzione, Valori, Competenze e Opportunità, con un Orizzonte temporale fino al 2025. Si tratta di un laboratorio sperimentale per affiancare le imprese, con la consapevolezza che entro pochi anni il sistema mondiale del mercato subirà una profonda trasformazione, verso la quale anche le imprese del Verbano Cusio Ossola dovranno essere preparate.

Sono stati questi gli argomenti trattati nella tavola rotonda coordinata da Daniele Menzio (responsabile progetti e sviluppo Unione Industriale VCO) con tutti gli ospiti che, oltre a Federico Giudiceandrea e Massimo Bergamasco, hanno visto presenti al confronto Maurizio Colombo (Segretario Generale Camera di Commercio del Verbano Cusio Ossola), Franco Deregibus (Direttore Digital Innovation Hub – Confindustria Piemonte), Marco Magaraggia (Senior Partner Altea s.p.a.), Pierluigi Degiovanni (Presidente Sezione Chimica – Unione Industriale del VCO), Carlo Ricchetti (Presidente Sezione Meccanica – Unione Industriale del VCO), Renato Clementi (Presidente Sezione Varie e Servizi – Unione Industriale del VCO).

Sono emersi spunti decisamente interessanti, con alcuni elementi base che hanno messo tutti d’accordo sulla necessità di attivare l’iniziativa con una precisa e indispensabile sinergia del territorio verso le attività di impresa a tutti i livelli. A fianco dell’Unione Industriale del VCO – Digital Innovation Hub Piemonte, il riferimento governativo in materia Industry 4.0 con organizzazione diretta a livello nazionale del Ministero dello Sviluppo Economico – Altea Federation S.p.A., organizzazione leader nella consulenza ICT partner di Devo Lab di SDA Bocconi – Scuola Universitaria Superiore S. Anna di Pisa, con l’Istituto di Tecnologie della Comunicazione, Informazione e Percezione.

EVO-VCO, diventa quindi la proposta dell’Unione Industriale del VCO per promuovere un possibile modello innovativo, come elemento di unione tra le imprese e il territorio in tutte le categorie del lavoro, con la consapevolezza che solo attraverso la coesione delle idee e l’unione delle forze sia possibile pensare ad una vera ripresa.

Gli Istituti Universitari, presenti nel progetto e nel laboratorio di sviluppo, hanno anche lo scopo di unire l’interesse del lavoro con quello della scuola e degli studenti del Verbano Cusio Ossola, a partire da un team di laureandi che svolgeranno tesi di laurea differenziate su modelli applicabili concretamente alle imprese del VCO.

Gli atti del convegno sono consultabili al sito dell’Unione Industriale del VCO – www.uivco.vb.it – anche con il video promozionale del progetto EVO-VCO.

Ufficio Stampa

Unione Industriale VCO